Due ruote e una racchetta: il racconto dell’open day di Nerviano

Si è svolto domenica 20 dicembre a Nerviano in provincia di Milano un open day dedicato all’attività sportiva paralimpica organizato nella palestra di Via Leonardo Da Vinci a Nerviano dalla locale ASD Nerviano Tennistavolo.

L’iniziativa ha raccolto un significativo successo accogliendo persone in carrozzina che hanno potuto sperimentare e valutare il significato e le possibilità di praticare questo sport nonostante la difficoltà motoria. Queste le parole del presidente della società nervianese Gholam Kowsar: “Siamo davvero contenti per l’iniziativa che siamo riusciti a mettere in piedi per questo fine 2015. Da considerare che il periodo non era particolarmente favorevole, così sotto le feste, ma per noi era importante dare uno start a questo tema al quale la nostra società dedica da oltre un anno parte delle proprie risorse umane. Risorse ampiamente contraccambiate dai nostri atleti paralimpici che oltre a darci piacere della loro presenza e ricchezza umana ci hanno regalato diverse medaglie anche a livello nazionale. Questo evento, infatti, è solo uno spunto di partenza per quello che sarà un appuntamento fisso annuale per dimostrare alle persone con questo disagio fisico che non solo è possibile praticare uno sport in forma agonistica ma anche competere con atleti cosiddetti normodotati. Non nascondo che sarebbe stato bello e significativo ricevere anche la visita di qualche dirigente comunale quantomeno per mostrare il contenuto di un’iniziativa importante che contiamo di ripetere e sviluppare nel nuovo anno in maniera ancor più pregnante. Al di la di tutto è doveroso ringraziare l’Assessorato allo Sport per la messa a disposizione della palestra e l’Assessorato alle Associazioni per il parziale aiuto finanziario dell’evento che rientrava all’interno di un progetto messo a compimento nell’ambito del bando alle Associazioni”.

Interessante e altrettanto simpatica conclusione dell’evento con un torneo di doppio dove le coppie sfidanti erano formate da un giocatore in carrozzina e un atleta normodotato ma seduto. Metodo utilissimo per aiutare a far capire come da seduti si percepisce i gioco, in particolar modo il rapporto tra racchetta – pallina – riflessi, alterato da una posizione in cui solitamente non si è abituati a giocare.

Complimenti al Tennistavolo Nerviano per la bella iniziativa e un in bocca al lupo a tutti gli atleti che dopo l’open day decideranno di cimentarsi con l’attività agonistica.