Ottimi esordi per le squadre lombarde in A1 maschile e femminile

Inizia nel migliore dei modi la stagione delle squadre lombarde nei campionati di serie A1 maschile e femminile. Il colpo a sorpresa lo piazza la neopromossa Tennistavolo Lomellino-Cipolla Rossa di Breme con la matricola ducale che vince 4-0 in casa sul Tennistavolo Norbello. A parlare a fine partita è il tecnico Andrea Montanari che spiega: “Si tratta di un risultato che non ci aspettavamo proprio in queste dimensioni. Puntavamo almeno al pareggio e tutto ciò che fosse arrivato di più sarebbe stato tanto di guadagnato. Baciocchi ha messo il match in discesa, non lasciando scampo a Golovanov. Lo aveva già incontrato e aveva perso per 4-1, ma questa volta ha giocato in modo molto sciolto, facendo benissimo le cose semplici. Margarone sentiva molto la prima partita e ci teneva a vincerla. All’inizio è stato un po’ in difficoltà, ma ha lottato fino al termine e ha avuto ragione. Piccolin nei primi due set ha patito molto il nigeriano, poi ha trovato un po’ le contromisure e la gara è girata, anche se la “bella” è stata molto impegnativa. Sul 3-0 Baciocchi è andato via liscio contro Kuznetsov. Questo successo su una squadra che, credo, combatterà come noi per salvarsi è di buon auspicio, in vista del prosieguo della stagione”. Ottima “prima” dunque per il TT Lomellino, mentre i campioni d’Italia di Castel Goffredo faranno il loro esordio l’11 novembre in casa contro Cagliari.

 

In campo femminile 4-0 esterno per l’altra Castel Goffredo quella campione d’Italia in rosa che strapazza il Kras. «I valori in campo – racconta coach Laghezza – si sono rivelati quelli che ci aspettavamo. Avrebbero potuto esserci delle insidie, ma tutte le atlete hanno giocato bene e nei momenti decisivi sono rimaste tranquille. La cinese all’esordio non ha patito l’emozione e vedremo nelle prossime partite, quando incontrerà maggiori difficoltà, quali saranno le sue reazioni. Tian Jing si è un attimo fermata nel terzo set, ma aveva la situazione sotto controllo. Anche Tania si è espressa abbastanza bene, in crescita rispetto ai riscontri del torneo nazionale di Verona della scorsa domenica. C’è ancora da lavorare, siamo però sulla buona strada. Loan, come Tian Jing, avrebbe potuto vincere per 3-0. Ha forzato un po’ troppo in alcuni punti e ha perso il terzo set ai vantaggi, poi è ripartita e ha fatto suo il match. Ora avremo un mese di sosta e tutte potranno continuare ad allenarsi, per mettere a posto ciò che ognuna sa di dover migliorare».