Francesca Avesani del TT Coccaglio racconta la doppia vittoria nel veterani di Verona

Nello scorso weekend erano andati in scena tantissimi tornei nazionali con moltissimi atleti lombardi impegnati sui tavoli d’Italia. Uno dei risultati più prestigiosi raggiunti dai tesserati della nostra regione è stato quello di Francesca Avesani atleta del Tennistavolo Coccagliocapace di vincere nel torneo veterani di Verona sia il tabellone del singolare che quello del doppio. Una bella soddisfazione per un’atleta originaria proprio di Verona.

La manifestazione veronese per te si è conclusa con un doppio sorriso: vittoria nel singolo over 40 e bis nel doppio insieme a Valeria Beccaria. Ti va di raccontarci questi due trionfi e di spiegarci quali sono state le maggiori difficoltà incontrare per portare a casa queste vittorie?“Diciamo che ho partecipato molto volentieri a questo torneo over 40 visto che si disputava nella mia bella città. Peccato ci fossero solo cinque iscritte e non ho così avuto la possibilità di sfogarmi più di tanto perché tutte le partite le ho vinte 3-0 anche contro la mia più forte avversaria in girone Valeria Beccaria di Cuneo. Direi che la gara più divertente e combattuta è stata il doppio con Valeria in finale”.

La stagione tra campionati a squadre e tornei individuali è ormai entrata nel vivo. Quest’anno per quanto ti riguarda che traguardi ti sei prefissata? Quale sarà invece il tuo prossimo impegno agonistico? “Il mio obiettivo quest’anno è di arrivare nelle prime tre squadre di A2 per poter disputare i playoff per la A1 e lottare per la promozione, ben due volte abbiamo sfiorato la promozione in A1 benché la nostra squadra sia la più vecchia del campionato. Io e le mie compagne Michela e Sabrina siamo giocatrici di esperienza e insieme facciamo un bel gruppo affiatato. Personalmente come lo scorso anno lotterò per mantenere i tre scudetti  agli italiani veterani, la voglia di giocare e di impegnarsi per questo bel sport c’è sempre e mi sento ancora come una ragazzina anche se gli anni passano. Nonostante tutto siamo sempre qua tenaci e forti come 20 anni fa”.