Lettera pubblica del presidente regionale Marcello Cicchitti

In Lombardia, nel Veneto e nel pomeriggio di ieri anche in Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Piemonte i Presidenti delle Regioni, con specifiche ordinanze, hanno sospeso le attività di tutte le scuole, le manifestazioni e gli eventi anche di carattere culturale, ludico, sportivo religioso in/di ogni forma di aggregazione in luoghi pubblici o privati aperti al pubblico; il catalogo è vastissimo. Si va dai centri sportivi e dalle palestre di ogni tipologia alle cerimonie religiose di tutti i culti.

Quindi per quanto riguarda lo SPORT, al momento solo e chiaramente nelle 5 regioni sopra riportate, grazie agli effetti delle Ordinanze Regionali non si potrà effettuare nessun evento sportivo (gare o competizioni) e nessuna attività infrasettimanale di aggregazione come allenamenti o gioco libero (a causa della chiusura delle palestre di qualsiasi tipo).

Purtroppo i casi di coronavirus si stanno estendendo con notevole velocità; ritengo che la nostra Federazione abbia il dovere morale ed istituzionale di prendere una decisione veloce, seria e lungimirante. Per questo motivo chiedo al Presidente Di Napoli e a tutto il Consiglio Nazionale di sospendere per almeno 15 giorni ogni tipo di attività sportiva agonistica, rimandando successive decisioni solo dopo nuovi dati forniti dal MINISTERO, dalle REGIONI e del CONI. In Lombardia, Veneto, Piemonte e Emilia Romagna da domattina a tutti gli atleti non sarà data più la possibilità di allenarsi in palestra a causa della chiusura imposta dalle ordinanze regionali.

Spero di incontrare la comprensione e assenso da parte di tutti i Presidenti Regionali raggiunti con la presente mail, dando per assodato una adesione incondizionata da parte dei Presidenti del Veneto, del Piemonte, dell’Emilia Romagna, del Trentino, dell’Alto Adige e del Friuli (a breve anche la Liguria) appartenenti a Regioni che hanno già emanato ordinanze similari e molto articolate in tal senso. Tutta l’Italia del tennistavolo resta in attesa di una cortese ma urgente risposta necessaria per evitare incomprensioni ed equivoci di natura agonistica sul territorio Nazionale e tra le stesse Società Sportive (discussioni sul punto se e quando si gioca l’incontro … es. in Lombardia o in Piemonte non si può giocare ma in Campania il giocatore del Veneto può giocare… cose assurde di questo tipo…etc.); a tal proposito mi ripeto pregando di prendere entro la giornata odierna una posizione chiara, tempestiva e precisa ancorché  limitata ad un periodo a 15 gg.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *