Nello scorso weekend il Palatennistavolo di Lozza teatro dei Campionati Italiani Fisdir

Si sono svolti nello scorso weekend a Lozza (VA), presso il Palatennistavolo del TT Varese del presidente Mauro Ossola, i campionati italiani Fisdir. Un fine settimana caratterizzato da sfide incessanti e appassionanti, con la struttura del TT Varese che si è rivelata ancora una volta quale cornice ideale per eventi d’alto livello. La manifestazione, organizzata dalla Polha Varese nell’ambito dei festeggiamenti per i 40 anni di attività, ha visto al via 60 atleti con disabilità intellettivo relazionale, provenienti da tutta Italia, che si sono contesi i 16 titoli messi in palio.

Ben 8 club sono saliti almeno una volta sul primo gradino del podio, a testimonianza di un movimento che ha al sud il suo cuore pulsante ma che sta crescendo su tutto il territorio nazionale. A livello societario s’è laureata campione d’Italia l’Asd Paralimpica Mimì Rodolico: con 322 punti ha preceduto altri due team siciliani: l’Asd Radiosa (224) e il Circolo Etneo (122).

Le partite si sono svolte sotto gli occhi attenti di Marzia Bucca, referente nazionale di Fisdir per la disciplina. “Ho visto un livello tecnico molto alto – ammette il tecnico – con una crescita evidente soprattutto nel settore Promozionale. Sono felice che i Tricolori si siano svolti in Lombardia perché in questa regione c’è un potenziale immenso per ciò che riguarda sia le strutture, sia il bacino d’utenza. Sottolineo l’organizzazione impeccabile e il grande rispetto dei valori dello sport da parte di tutte le società”.

Tra gli atleti, i fari erano puntati soprattutto su Luca Franceschini, l’unico portacolori della Polha. Esaltato dalla possibilità di giocare “in casa”, il pongista gialloverde ha conquistato una medaglia d’argento nel doppio Promozionale, assieme al lucano Emanuele Di Marzio.

Più che soddisfatti gli organizzatori, coordinati da Marinetta Molinari che dice: “Era la prima volta che allestivamo un evento al Pala Tennistavolo di Lozza – commenta – ed è stata un’esperienza meravigliosa. Tengo a ringraziare il personale dell’impianto, i volontari, Fisdir Lombardia, il Comune di Lozza, l’Oratorio locale e Unitalsi. Tutti hanno fatto splendidamente la propria parte per la buona riuscita dei Campionati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *