Splendida Lombardia al Transalpino: argento in classifica generale, oro nel singolo maschile di Deleraico e bronzo a squdre!

Chiude con un brillantese secondo posto in classifica generale, un terzo posto a squadre e il successo nel singolare maschile la sua avventura nel 31° Trofeo Transalpino – 2ª Mediterranean Cup di San Marino la Lombardia, con la rappresentativa regionale guidata, da Giovanni Palazzoli e che vedeva in campo Gabriel Deleraico del Tennistavolo Vigevano Sport e Gaia Marroccoli dell’Asd Tennistavolo Vallecamonica, prima tra le regioni italiane.

La manifestazione, infatti, se la aggiudica la Spagna 2 che in finale batte l’Inghilterra, ma subito dietro a due nazionali c’è la nostra squadra con i giovanissimi ragazzi della Lombardia che, dopo aver perso 2-1 la semifinale contro l’Inghiliterra, riescono subito a rifarsi e a centrare il terzo posto grazie al successo per 2-1 nella finale di consolazione contro la Toscana. Così la sfida: nel singolare maschile di Gabriel Deleraico su Pietro Campagna e il 3-1 (7-11, 14-12, 11-6, 11-3) nel doppio misto di Deleraico e Gaia Marroccoli su Campagna e Carolina Rossi. Nel singolare femminile si era imposta Rossi per 3-0 (11-2, 11-3, 11-4) su Marroccoli.

Il bronzo a squadre è impreziosito dalla spettacolare prova nel singolare di Gabriel Deleraico con il pongista della Lombardia che vince il singolare maschile: in finale successo sul toscano Pietro Campagna dopo che in semifinale il “nostro” si era aggiudicato la sfida contro Andreoli. Un risultato eccezionale per il giovanissimo tesserato del Vigevano Sport. Quinto posto per Gaia nel tabellone femminile.

Giovanni Palazzoli: “Sono molto contento di come hanno giocato i ragazzi, soprattutto Gaia che era meno esperta di Gabriel su questi palcoscnici. Ha giocato molto bene la finale 3^ posto nel doppio misto. Il rammarico è la semifinale della gara a squadre perché l’avremmo potuta portare a casa. In generale però ragazzi bravissimi anche a livello comportamentale. E’ stata una buona manifestazione per la Lombardia, quasi perfetta”.

Le foto sono di Giuseppe Di Carlo per Fitet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *