Il TT Saronno al lavoro per il grande traguardo dei 50 anni di attività

Tra le tante realtà pongistiche della Lombardia ce n’è una che in quest’ultimo periodo ha notevolmente incrementato il numero di iscritti e che sta ottenendo buonissimi risultati grazie al lavoro delle tante persone che, da quasi 50 anni, danno vita al TT Saronno. La società del presidente Alessandro Daneluzzi, che recentemente ha aumentato la sua attività sul settore paralimpico, anche quest’anno sta partecipando con le sue squadre a tantissimi campionati targati Fitet, come a esempio quello di serie D femminile con le “Pink Woman” guidate dal capitano Giovanna Zarro protagonista insieme al numero uno saronnese di una bella chiacchierata alla scoperta di questa importante realtà del panorama regionale.

Come valutate globalmente le prestazioni delle squadre del Tennistavolo Saronno nella stagione attuale anche rispetto alle ambizioni?                                       

Alessandro Daneluzzi (presidente TT Saronno): «Saronno è una società fondata nel 1975 , quindi siamo ad un anno dal 50°, stiamo infatti studiano molte iniziative per quello che sarà sicuramente un primo grande traguardo. Siamo una società giovane e dinamica, da pochi anni abbiamo anche una sezione Paralimpica che sta diventando un vero fiore all’occhiello a livello Nazionale dove siamo tra le prime società per questo tipo di attività». 

Giovanna Zarro: «I valori della società sono quelli di un gruppo unito che accoglie tutto sostenendosi a vicenda. Sono valori che si mescolano con la realtà, infatti nella  squadra maschile D3 dove gioco, abbiamo proprio un ragazzo in carrozzina Andrea Gatti che fa parte del settore Paralimpico ed è il nostro valore aggiunto per la grande forza che ci trasmette sia in campo che in panchina».

Quali sono stati i momenti salienti o le vittorie più significative della squadra durante questi anni e in questa stagione?

Alessandro Daneluzzi: «Abbiamo raggiunto un primo grande obiettivo con la promozione in A1 di EDIMAN – AD TT SARONNO classe 6-10 , terzo posto per AD TT SARONNO Luinetti.it , terzo posto anche per AD TT SARONNO WisdomTree in A2 classe 1-5. Abbiamo un numero elevato di squadre , dalle serie Nazionali B Femminile e C1 Maschile , alle Regionali , 4 C2 , 3 D1 , 4 D2 , 2 D3 ,D Femminile e ben 4 C Master.

-Avete tanti iscritti in un paese come Saronno che deve comunque fare i conti con altre attività sportive di grandi numeri a livello di tesserati: come viene gestito il reclutamento, lo sviluppo e la formazione dei giovani talenti nella vostra società?

Giovanna Zarro: «La nostra forza è il gruppo , cerchiamo di farci conoscere sul territorio il più possibile , soprattutto attraverso i social pubblicando post e contenuti condividendoli su tutti i canali del territorio, ma il passaparola e l’ambiente a mio avviso sono la vera forza della nostra società. Cerchiamo di organizzare anche eventi e tornei amatoriali e nella nostra società abbiamo due serate dedicate al Campus  dove si allenano gli amatori che si approcciano per la prima volta a questo sport. Io nasco proprio dal campus non avevo mai giocato a ping-pong e ad oggi sono diventata a tutti gli effetti un’atleta del TT Saronno per cui tutto può succedere e posso dire che questo sport mi ha cambiato la vita. Mi ha reso più forte e grazie al supporto dei mie compagni sono sempre più  determinata a crescere e a continuare».

Alessandro Daneluzzi: «Siamo in linea con gli obiettivi stagionali, le Pink della B Femminile stazionano nella parte alta della classifica , la C1 è invece in zona salvezza, obiettivi in linea per le serie regionali , con probabilità di promozioni, la nostra linea è comunque quella di far cimentare i nostri ragazzi in categorie alte per un miglioramento individuale , teoria sposata con il nostro direttore tecnico Giovanni Palazzoli.

Abbiamo più di 100 tesserati, siamo tra le prime società in Italia con tesserati presenti nelle classifiche Fitet, significa che diamo davvero parecchie possibilità di far effettivamente parte del movimento pongistico. Il reclutamento avviene nelle scuole, rafforzando la nostra presenza in iniziative come “Racchette in Classe”, siamo molto partecipi in iniziative di solidarietà ed anche in eventi di rappresentanza come Expo Sport.

Lo sviluppo è affidato a tecnici professionisti con l’aiuto di sparring di alto livello. I risultati premiano la nostra visione».

Quali sono le vostre aspettative per il futuro e come pensate di prepararvi per affrontare sfide più impegnative o raggiungere traguardi più ambiziosi per questa stagione?

Alessandro Daneluzzi: «In questi anni ci sono state grandi soddisfazioni per i risultati raggiunti dai nostri ragazzi con titoli nazionali, con la B Femminile si è arrivati ad un niente per arrivare in A2 e lasciatemi aggiungere un sogno che è quello di Elena Elli e Roberto Martinelli verso le Paralimpiadi di Parigi 2024.

Le aspettative per il futuro sono alte, restando fermi i principi che hanno condotto questi anni sempre in crescita. Il sogno è avere un posto dove poter svolgere la nostra attività H24. Ritengo questo un passo importante per la definitiva consacrazione, importante è anche avere un apporto/supporto sempre maggiore da parte delle istituzioni Saronnesi anche in appoggio alle tante attività solidali che svolgiamo.

Mi sento di affermare però che siamo una realtà virtuosa in uno sport che a mio avviso dovrebbe avere un’esposizione mediatica decisamente maggiore, perché il nostro è davvero un bellissimo sport».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *