La Nazionale Italiana Allievi ospitata a Cosio Valtellino (SO)

Si è svolto con grande successo lo stage della nazionale giovanile allievi capitanata dai tecnici Gigliotti e Piacentini, che per esigenze legate all’eccessiva calura estiva ha accettato l’invito della Società del Tennis Tavolo Cosio Valtellino a trasferirsi in montagna una settimana, dal 24 al 30 Agosto, per allenarsi in vista della nuova stagione agonistica. La location estiva, situata a 1200 m sul livello del mare tra le montagne della splendida Valgerola, ha offerto al team degli azzurri diversi spunti per iniziare a meglio la preparazione tecnica e fisica. Tra gli atleti azzurri presente anche il lombardo Alessandro Cicchitti (Milano Sport TT).

Grande lo sforzo fisico degli atleti convocati, impegnati per 6 ore al giorno tra diversi programmi e attività, sforzo però reso più agevole dalla freschezza dell’aria di montagna e dagli splendidi paesaggi che hanno fatto passare in secondo piano la stanchezza, portando gli atleti quasi a superare i loro limiti senza neanche accorgersene. Inoltre, la calorosa ospitalità dimostrata dalla Società, nella persona del dirigente Massimo Baraglia, ha senz’altro reso ancor più piacevole e proficuo il lavoro di tutto lo staff della nazionale, di cui i responsabili Gigliotti e Piacentini si dimostrano ampiamente soddisfatti: “ Le condizioni che abbiamo trovato qui in Valgerola sono state ottime per l’attività che ci eravamo prefissati di portare a termine. È stato uno stage di preparazione fisica importante, che richiedeva ai ragazzi un impegno maggiore rispetto al solito, e di tornare rapidamente ad un regime agonistico di alto livello, dopo la pausa delle vacanze estive. Fondamentale in questo senso è stato l’apporto professionale del preparatore fisico Cristian Ronconi, messo a disposizione dalla Società, che teniamo a ringraziare per l’infinita cortesia e la grande disponibilità. Il TT Cosio Valtellino è una realtà ancora giovane e con poca esperienza, ma si è prodigata in tutti i modi possibili per chiudere con successo quest’avventura. Abbiamo lavorato tutti in perfetta sinergia, e nonostante la fatica i ragazzi si sono anche divertiti.”

I giovani allievi hanno, infatti, lavorato all’aria aperta percorrendo dislivelli importanti, culminanti nell’ultima giornata di sabato con i 1000 metri percorsi per la salita al Rifugio Trona dove hanno cenato e dormito per riposarsi dopo una settimana molto intensa. Puntuali anche i commenti e i complimenti del dirigente del TT Cosio Valtellino Massimo Baraglia: “Devo ammettere che sono rimasto molto colpito dall’educazione dimostrata da questi ragazzi, si sono distinti per il comportamento sempre positivo e rispettoso, certamente non scontato al giorno d’oggi. Ringrazio la Federazione per l’opportunità concessa alla nostra Società, e considerato l’esito sono assolutamente disponibile a replicare questa bellissima esperienza”.